Il lato b dei maschi italiani [Ultima campagna Proraso]

Un italiano che si volta in modo così grottesco e plateale per guardare “le spalle” di una signora l’ho visto solo in questi due video:

Immagine anteprima YouTube

 

Immagine anteprima YouTube

e se anche ce ne fossero altri esemplari, in ogni caso destinati al declino non mi pare nel buon gusto del classico italiano.

Noi maschi italiani dovremmo avere un lato b del cervello che è fatto non solo di intelletto, ma anche di dignità…

Ma l’agenzia di marketing White, Red & Green non si dava questa mission: “diventare una delle più eccellenti agenzie italiane per qualità e reputazione”? Giustamente c’è chi pensa che la reputazione si possa coltivare a spese della dignità! Credo che nel resto dell’europa questa campagna sarebbe censurata dopo cinque minuti, ma nell’italietta delle Authority può passare benissimo il 26 dicembre uno spot che decanta lo stereotipo del maschio italico come maialetto senza freni inibitori.

Grazie

2 pensieri su “Il lato b dei maschi italiani [Ultima campagna Proraso]

  1. Marco

    Trovo il commento qui sopra un pochino eccessivo. L’autoironia è una dote importante e dire che il lato B di una signora, come ogni forma d’arte, non sia attraente per un uomo è pura ipocrisia.
    Lo spot è, secondo me, molto intelligente perchè le immagini fanno da contraltare ironico/rivelatore ad una voce fuori campo che esalta delle doti, anch’esse vere e tipicamente italiane.
    Non credo affatto che in altri paesi lo spot sarebbe stato censurato, anzi cercando su internet troverai miriadi di spot che all’estero girano tranquillamente ed in italia sono stati cassati.
    Trovo sia un ottimo lavoro, e del resto Proraso ha sempre avuto una comunicazione alternativa, ma vincente. Anche lo spot con YMCA fu visto con stupore all’inizio e si è invece rivelato uno dei più riusciti degli ultimi anni.

    Marco

  2. dj Sisca

    Io sono amante della pubblicità, e questa per me è davvero bella. L’uomo che si volta a guardare, senza nessun’altra intenzione e senza dare l’idea del “maialetto senza freni inibitori”, e la sua donna che lo attende al varco: è un decantare la leggerezza di una vita vissuta così, con ironia, senza malizia, mi verrebbe da dire “con onestà”.
    E’ la vita buona che amo, anche così, magari grottesca, mi fa sorridere e mi sembra “vera”.
    Opinioni…
    Buona vita
    Francesca

Rispondi